BOOKING ONLINE

CASTELLO DI MELETO OGGI

La Viticola Toscana è una società per azioni costituita nel 1968 per iniziativa di un importante editore milanese, il Comm. Gianni Mazzocchi, Presidente dell'Editoriale Domus e, quindi, all’epoca, editore di due importanti riviste: Quattrosoldi e Quattroruote.

Lancia una pubblica sottoscrizione su Quattrosoldi, proponendola costituzione di una società per azioni per acquisire una fattoria in Maremma.
Il successo immediato è tale (oltre 1.500 adesioni) che con le sottoscrizioni si acquisisce anche parte della proprietà Ricasoli in quel momento in vendita nel Chianti: la Fattoria di Meleto, dell'estensione di 1.400 ettari - molti casali, il Castello di Meleto, la Pieve e l'annesso convento di Santa Maria a Spaltenna.

Inizia un'importante opera di trasformazione agraria fra il 1968 ed il 1972 durante il quale la Viticola Toscana impianta nel Chianti 180 ettari di vigneto, costruisce poi una grande cantina di vinificazione ed inizia la produzione di vino Chianti Classico Docg.

Oggi, a distanza di 50 anni, la Viticola Toscana ha profondamente cambiato il territorio di questa zona del Chianti, da sempre considerata “svantaggiata” perché più lontana dalle strade normalmente percorse dai turisti: la mezzadria che aveva causato l'abbandono di queste terre è stata sostituita dalla conduzione in economia, i casali sono stati ristrutturati e quelli intorno al Castello trasformati in agriturismo.